Category

gli amici di Laurenji

Lino l’uccellino

By | Blog, gli amici di Laurenji

 

Lino è un uccellino cocciuto e spensierato. Gli piace molto cantare e il suo sogno più grande è quello di andare al festival di Sanremo a presentare il suo inedito: “vola, canarino giallo vola”. Sebbene sia un canarino, Lino si sente un usignolo, ma nella realtà è più stonato di una campana arrugginita. Il poverino è cagionevole e al primo colpo di vento, state pur certi che gli verrà una tracheite, per questo spesso lo si vede girare col cappello di lana, anche in estate. Sebbene non sia propriamente un cantante lirico, Lino si ostina a voler cantare e quando ha mal di gola, i suoi vocalizzi si fanno sempre più stridenti, tanto da assomigliare per lo più al rumore del gesso sulla lavagna. Una volta, con un suo acuto è riuscito a far rompere addirittura una tazza di una vecchina londinese, in procinto di bere il suo tè. I suoi amici più grandi – Dante il gigante e Pina la volpina – per non dargli dispiacere, lo incoraggiano e quando lo ascoltano dal vivo, senza farsi vedere da lui si infilano dei legnetti negli orecchi per non sentire, cercando di ballare e di battere le mani a ritmo di musica.

Dante il gigante

By | Blog, gli amici di Laurenji

Dante è un gigante stravagante. Quando è nato, Dante era un bambino proprio come tutti gli altri: misurava 0,5 cm e pesava 3 grammi. Valori nella media tutto sommato per un bambino di quelle parti, sì, perché Dante era figlio di due gnomi. Col passare dei giorni, però, ben presto tutti si accorsero che Dante non era uno gnomo come tutti gli altri, infatti, ogni volta che mangiava, cresceva a vista d’occhio. Al compimento del quinto anno di età, Dante era già alto un metro e sessanta e portava il 38 di scarpe. I suoi genitori dovettero far costruire una casa su misura adatta a lui e a scuola era costretto a seguire le lezioni dal cortile perché non riusciva a entrare nell’aula. A Dante però, questo suo essere diverso dagli altri non dispiaceva affatto. Anzi, lo faceva sentire speciale e fortunato, perché dall’alto della sua statura riusciva a intravedere persino l’Islanda. Ora che è cresciuto, Dante, che arriva alle nuvole, passa le sue giornate a chiacchierare con gli uccellini. È qui che ha conosciuto Lino l’uccellino.

 

Gli amici di Laurenji: i personaggi dei boschi

By | Blog, gli amici di Laurenji

Qualche giorno fa vi ho raccontato dei personaggi marini che ho illustrato, ora è arrivato il momento di raccontarvi degli altri personaggi che ho creato. Sono quelli che vivono nei boschi a ridosso del lago di Lecco e si chiamano: Dante il gigante, Lino l’uccellino e Pina la volpina. Saprete qualcosa di più sul loro conto nei prossimi giorni (…)

Marina la stellina

By | gli amici di Laurenji

 

Marina è una stella marina, per l’appunto. Sebbene il suo habitat naturale sia il mare, Marina non ama particolarmente l’acqua, per questo il più delle volte sta avvinghiata agli scogli, mentre con aria sognante osserva il cielo, perché è lì che avrebbe voluto nascere. Il suo sogno più grande è quello di diventare una stella del cielo, per brillare di luce propria e per volare leggera. Si dice che i suoi antenati, in realtà, fossero tutti delle stelle del cielo, ma che, da molto giovani, si trasformarono ben presto in stelle cadenti. Un giorno infatti, i suoi trisavoli, gli zii dei suoi bisnonni e i cugini di quarto grado dei suoi nonni, caddero all’improvviso dal cielo, finendo tutti in mare. Da quel giorno, decisero di restare a vivere nell’acqua, dove si ambientarono tutti molto bene e dove ben presto impararono a nuotare. Ad eccezione di Marina, che nel suo DNA conservava le caratteristiche delle stelle del cielo e per questo, sin da molto piccola, si ostina a imparare a volare.

Mr. Argh!

By | Blog, gli amici di Laurenji

Mr. Argh! è un marinaio originario di Helsinki col vizio del fumo. Solitamente i marinai, si sa, amano la solitudine e sono per natura un po’ scontrosi. Mr. Argh! è certamente scorbutico, ma come tutte le persone un po’ rudi, nasconde un cuore d’oro.  Molti anni fa, quando ancora la sua barba non era del tutto bianca, intraprese un viaggio in solitaria verso il Mar Mediterraneo. Voleva scoprire nuovi posti, diceva, ma il suo senso dell’orientamento non era più quello di un tempo e nemmeno la sua vista. Per questo, nel Mar Mediterraneo ci è sì arrivato, ma da allora non ha più saputo tornare indietro. Lui dice che è stata colpa della nebbia, senza rendersi conto che, in realtà, la foschia che continua a non fargli vedere nulla, non è nient’altro che il fumo della sua pipa.

Pino il Polipino

By | gli amici di Laurenji

Pino è un polipo nato e cresciuto nel Mar Mediterraneo, ma il suo sogno più grande è sempre stato quello di trasferirsi nel Mare del Nord. Pino, infatti, non sopporta le alte temperature, per questo sogna di andare a vivere a ridosso della Finlandia. Nelle giornate più calde, lo si vede aggirarsi intorno alla riva con una borsa del ghiaccio legata in testa, mentre delirando, recita una filastrocca in finlandese che gli ha insegnato Mr. Argh!, un nostromo di Helsinki irascibile che ha smarrito la via di casa molti anni addietro.

Gli amici di Laurenji: i personaggi del mare

By | gli amici di Laurenji

Nel corso degli anni, con le mie illustrazioni ho avuto il piacere di dar vita a parecchi personaggi. Alcuni di loro vengono raffigurati di frequente, altri un po’ meno, ma non per questo li considero meno importanti. Insieme a loro, alcuni simboli ricorrenti che sono solita disegnare, di cui vi parlerò più in là.

Oggi voglio iniziare col presentarvi alcuni personaggi che ho creato, a partire da quelli “marini”. Loro sono: Pino il polipino, Marina la stellina, Mr. Argh! e Arturo il paguro. Di loro vi racconterò qualcosa di più nei prossimi giorni (…)